Tecnologia

Volvo rivoluziona la ricarica delle auto elettriche con tecnologia Breathe

Volvo Cars sta rivoluzionando il processo di ricarica delle auto elettriche attraverso un’alleanza strategica con Breathe Battery Technologies, una promettente startup londinese. Questa partnership mira a sviluppare un algoritmo all’avanguardia per la “ricarica perfetta”, capace di diminuire i tempi di ricarica delle batterie elettriche di circa il 30%, senza però compromettere la longevità della batteria stessa. Questa innovazione segna un punto di svolta per Volvo, che diventa il primo costruttore automobilistico ad integrare l’ultima versione del software di ricarica brevettato da Breathe nelle proprie vetture.



Il software, una pietra miliare nell’evoluzione delle tecnologie di gestione delle batterie, sarà incorporato nella piattaforma di gestione batterie sviluppata internamente da Volvo. “Questa tecnologia ottimizzerà e potenzierà le prestazioni del nostro sistema di ricarica”, hanno annunciato in un comunicato stampa. L’obiettivo è quello di ridurre significativamente il tempo necessario per portare la carica di una vettura elettrica Volvo dal 10 all’80%, garantendo al contempo che la batteria mantenga inalterate le sue prestazioni energetiche e la sua capacità per tutta la durata del ciclo di vita.

volvo breathe

La collaborazione tra Volvo e Breathe è stata possibile grazie a un investimento diretto del Volvo Cars Tech Fund, il braccio di venture capital della compagnia, che si dedica a supportare l’innovazione nel settore automobilistico. Questo fondo, istituito nel 2018, punta a stimolare la crescita di startup innovative, contribuendo così alla trasformazione del panorama della mobilità.

Il software Breathe Charge di Breathe Battery Technologies rappresenta un’avanzata tecnologica significativa rispetto ai metodi tradizionali di ricarica. Basandosi su algoritmi proprietari, il sistema di ricarica adattiva di Breathe è in grado di monitorare e controllare lo stato della batteria in tempo reale, adattandosi dinamicamente per evitare il fenomeno della placcatura al litio, un problema comune che può degradare le batterie e ridurne l’efficienza.



Ann-Sofie Ekberg, CEO del Volvo Cars Tech Fund, ha sottolineato l’importanza di questa innovazione: “Avere la capacità di ricaricare più rapidamente le auto nei momenti in cui i nostri clienti ne hanno maggiormente bisogno è un passo avanti significativo per l’adozione della mobilità elettrica su larga scala”. Ian Campbell, CEO di Breathe Battery Technologies, ha evidenziato le potenzialità di questa collaborazione: “Grazie all’adozione della nostra tecnologia avanzata nelle future piattaforme EV di Volvo, possiamo aspettarci veicoli con design più innovativi e prestazioni notevolmente migliorate”. L’alleanza tra Volvo e Breathe non solo promette di migliorare l’esperienza di ricarica per gli utenti di auto elettriche, ma rappresenta anche un importante passo avanti verso un futuro più sostenibile nel settore automobilistico, rendendo la mobilità elettrica più accessibile e conveniente per un pubblico più ampio.

Condividi: